Il primo cantiere di Buggea con i lavori di Ecobonus 110%

//Il primo cantiere di Buggea con i lavori di Ecobonus 110%

Il primo cantiere di Buggea con i lavori di Ecobonus 110%

La nostra azienda apre il primo cantiere con i lavori di ecobonus 110%. Vi raccontiamo i dettagli di questa novità.

 

Un sogno o meglio un progetto che diventa realtà per la nostra azienda: il primo cantiere di ristrutturazione edilizia con detrazione da Ecobonus del 110%. Lo stabile su cui interverremo?  Una residenza unifamiliare su territorio di Noto. I lavori pensati per questa costruzione sono quelli di riqualificazione energetica e ristrutturazione dell’intero fabbricato compresi gli impianti termici per garantire il massimo comfort nei mesi invernali ed estivi. Scopriamo insieme le tappe analizzate prima di questa nuova sfida entusiasmante.

 

 

Criteri osservati per il lavoro di riqualificazione energetica

Prima di iniziare i lavori di riqualificazione energetica e ristrutturazione di un edificio con gli interventi previsti dal Superbonus 110%  è necessario raccogliere tutte le informazioni necessarie sullo stabile, per far sì che tutto sia in regola. In questo caso è stata fatta un’attenta analisi e verifica preliminare su:

  1. le informazioni generali dell’edificio: il comune di appartenenza, se lo stabile è pubblico o privato, zona termica;
  2. i fattori tipologici dell’edificio, con le piante di ciascun piano dell’edificio;
  3. i prospetti e sezioni, con orientamento dei singoli locali;
  4. gli elaborati grafici, per la presenza di sistemi solari passivi per lo sfruttamento degli apporti solari;
  5. i parametri climatici della località, con gradi giorno, la temperatura minima e quella massima del progetto.

 

Intervento di involucro edilizio nel primo cantiere da Ecobonus 110%

L’intervento che abbiamo previsto per la residenza unifamiliare a Noto e che rientra nella detrazione da Ecobonus al 110% è quello dell’isolamento termico. Il lavoro prevede l’inserimento di un cappotto esterno, interno, intercapedine di lana di roccia dello spessore di 12cm, che ridurrà gli scambi termici tra l’interno e l’esterno dell’edificio durante i mesi estivi e quelli invernali. Scopriamo nel dettaglio le caratteristiche ed i benefici dell’uso della lana di roccia.

 

Benefici del cappotto di lana di roccia

La lana di roccia è un silicato ricavato da un mix di rocce e altri materiali inerti dalla particolare struttura fibrosa. Le caratteristiche isolanti di questo materiale lo rendono la scelta ideale sia per i nuovi edifici, sia per quelli da ristrutturare. Oltre alla funzione di isolamento termico, la lana di roccia garantisce:

 

  • l’isolamento acustico, attraverso una doppia parete comporta l’effetto denominato “Massa-molla-massa” e consiste nell’interporre tra due pareti pesanti (masse), un materiale fonoassorbente (molla). Questa composizione ammortizza le vibrazioni e smorza le onde sonore;
  • la protezione passiva al fuoco, grazie alla non combustibilità ottenuta dalla fusione di elementi minerali accuratamente selezionati e dosati. La sua composizione limita  la propagazione di un incendio originato sia dall’interno, che dall’esterno dell’edificio. 

 

Sostenibilità del cappotto di lana di roccia

La lana di roccia, oltre ad essere un materiale isolante è anche sostenibile. Il motivo? L’installazione di un cappotto termico in un’abitazione consente di ridurre i consumi energetici e limitare l’uso dell’energia di climatizzatori per il riscaldamento invernale ed il raffreddamento nei mesi estivi. 

I pannelli di isolamento utilizzati, inoltre, hanno un attestato di conformità ai criteri di compatibilità ambientale “CCA” e garantiscono massima sicurezza, insieme all’assenza di sostanze pericolose per l’uomo e alla bassa emissività per l’ambiente.

 

Durabilità, l’altro vantaggio dell’isolamento termico nel primo cantiere da Ecobonus 110% 

Un’altro vantaggio dell’utilizzo della lana di roccia è la durabilità: installare un cappotto termico composto da questo materiale, garantisce maggiore resistenza alle fessurazioni causate dalle escursioni termiche. A confermare questa caratteristica, uno studio pubblicato nel 2006 dalla rivista scientifica ACTA. Dopo il monitoraggio di alcuni edifici dell’Europa Centrale dal 1975 al 2004 è emerso che i sistemi a cappotto con isolante di lana, non hanno subito restauri.

 

Stai pensando di usufruire della detrazione da ecobonus per il tuo palazzo o la tua casa? La nostra azienda, da trent’anni nel settore dell’edilizia, ti aiuterà in ogni fase di costruzione e rifacimento: dalle pratiche da sbrigare fino al percorso di riqualificazione. Per saperne di più contattaci per un confronto o vieni a trovarci in contrada Triona, Pachino.

By | 2021-05-12T09:52:10+00:00 12 / 05 / 2021|Senza categoria|