Certificazione energetica Ape: a cosa serve e perché farla

//Certificazione energetica Ape: a cosa serve e perché farla

Certificazione energetica Ape: a cosa serve e perché farla

Perché è importante avere una certificazione Ape e quali informazioni della propria casa contiene? Scoprite in questo articolo i dettagli su questo documento, che può essere usato per i lavori con detrazione al 110% da ecobonus.

 

Quando parliamo di prestazioni energetiche di un edificio è doveroso fare riferimento alla certificazione Ape. Questo documento è un attestato di certificazione energetica che riporta, sia in fase di costruzione di un progetto, sia dopo la sua realizzazione, l’ammontare del consumo per la produzione di acqua calda sanitaria, del riscaldamento, del raffreddamento e dell’illuminazione artificiale. Essere muniti della certificazione dell’Ape permette, dunque, di conoscere la propria casa a livello energetico e di usufruire della detrazione al 110% da ecobonus. Scopriamo, come ottenerla e a chi rivolgersi. 

 

Come ottenere la certificazione energetica Ape

La certificazione Ape, deve essere richiesta a proprie spese dal costruttore, nel caso di edifici nuovi o dal proprietario o detentore dell’immobile, per gli edifici esistenti. Una volta inoltrata la richiesta, un certificatore energetico (tecnico specializzato), dopo un sopralluogo, ha il compito di redigere il documento. Nella certificazione dovranno esserci una serie di raccomandazioni tecniche per migliorare l’efficienza energetica della casa o dell’edificio, compreso il periodo di ritorno dell’investimento. 

Per ogni singolo intervento, poi, si dovrà anche indicare la classe e la prestazione energetica che si potranno complessivamente raggiungere con i lavori. Dopo aver trasmesso il documento alla Regione o Provincia autonoma competente, il certificatore energetico farà avere l’Ape entro i quindici giorni successivi dalla trasmissione. 

 

Per quanto tempo è valido il documento Ape?

La validità temporale dell’Ape è di 10 anni, a partire dal suo rilascio ed è aggiornato ad ogni intervento di ristrutturazione o riqualificazione che modifica la classe energetica dell’abitazione. Inoltre, non è possibile redigere l’Attestato di prestazione energetica nel caso in cui, nonostante la presenza di impianto termico, non sia presente il libretto di impianto.

 

Le informazioni riportate sulla certificazione

In un attestato di certificazione energetica sono riportate una serie di informazioni dettagliate sulle prestazioni energetiche. Questo documento può essere paragonato ad una mappa energetica della vostra abitazione con:

  • la prestazione energetica globale, sia quella primaria totale sia quella non rinnovabile;
  • la classe energetica, definita dall’indice di prestazione energetica globale;
  • la qualità energetica del fabbricato, rilevabile con gli indici di prestazione termica utile per la climatizzazione invernale ed estiva;
  • i requisiti minimi di efficienza energetica;
  • le emissioni di anidride carbonica;
  • la quantità annua di energia consumata per vettore energetico;
  • l’elenco dei servizi energetici con le relative efficienze;
  • le raccomandazioni per il miglioramento dell’efficienza energetica con le proposte degli interventi significativi ed economicamente convenienti.

 

Quando è obbligatoria la certificazione Ape?

L’obbligo della certificazione energetica APE è in vigore dal 2009 per le compravendite e dal 2010 per gli affitti e la legge che regola queste disposizioni è la 192/05. Il documento che attesta l’efficienza energetica di un edificio è obbligatorio per: strutture di nuova costruzione o sottoposte a demolizione e ricostruzione, edifici esistenti che vengono venduti o dati in locazione e lavori di ristrutturazione significativi. Questo certificato può anche essere richiesto in caso di:

  • atti notarili di compravendita;
  • contratti d’affitto;
  • accesso alle detrazioni fiscali previste per interventi di efficientamento energetico;
  • pubblicazione di annunci immobiliari;
  • accesso a incentivi statali per l’energia prodotta da impianti fotovoltaici.

Certificazione ed ecobonus 110%

La certificazione energetica Ape è un documento fondamentale per usufruire dell’ecobonus con detrazione fiscale del 110% . Per gli interventi di efficienza energetica è previsto il miglioramento di almeno due classi energetiche o, se non è possibile, il conseguimento della classe energetica più alta. Questo passaggio può essere dimostrato solo mediante il possesso della certificazione Ape prima e dopo l’intervento di riqualificazione energetica. 

 

Se stai pensando di fare degli interventi di riqualificazione energetica in casa e non sai a chi rivolgerti, contattaci per un confronto. Un nostro tecnico specializzato ti guiderà dalle pratiche da sbrigare per avere la tua  certificazione Ape, ai lavori necessari per la tua casa fino alla manutenzione. 

 

By | 2020-12-10T10:10:42+00:00 10 / 12 / 2020|Senza categoria|